Le istituzioni europee selezionano i futuri funzionari mediante concorsi generali organizzati dall’Ufficio Europeo di Selezione del personale (EPSO).

Tali concorsi, aperti a tutti i cittadini dell’Unione europea che soddisfino i requisiti richiesti, comportano una serie di prove d’esame intese a stabilire una graduatoria dei candidati.

I candidati che superano le prove di un concorso sono iscritti in un elenco di riserva dal quale le istituzioni attingeranno in funzione delle loro esigenze. Un concorso generale non è pertanto bandito per coprire determinati posti vacanti, ma per costituire una riserva ai fini di future assunzioni.

Profili di carriera nell'UEJob opportunitiesLaureati - grado iniziale

Lavorare per l’UE può significare svariate possibilità di carriera, a seconda del proprio profilo:

https://epso.europa.eu/career-profiles_it

Link al database che riporta le opportunità occupazionali per posizioni tanto temporanee che permanenti:

https://epso.europa.eu/job-opportunities_en

I neolaureati che vogliono lavorare presso le istituzioni dell’UE normalmente si candidano per i cosiddetti profili di amministratore di grado AD5, per diventare funzionario permanente. In quanto amministratore potresti trovarti a svolgere un ruolo fondamentale nei processi dell’UE, con un elevato grado di responsabilità fin dall’inizio della tua carriera.

Oltre al diploma di laurea (almeno di primo livello) occorrono solo altri due elementi per soddisfare i requisiti di base per le nostre procedure di selezione dei laureati. Devi essere cittadino dell’UE e avere un’ottima padronanza di una delle lingue ufficiali dell’UE e una buona conoscenza di una seconda lingua (per i profili linguistici devi conoscere 3 lingue dell’UE).

Le procedure di selezione per le posizioni permanenti presso l’UE sono organizzate come “concorsi generali”. Il principale concorso per laureati è avviato ogni primavera, di norma come concorso per profili generici, per i quali non è necessario possedere un titolo in una disciplina specifica.

I concorsi generali si basano su prove ed esercizi di valutazione volti a misurare le tue competenze professionali e diverse altre abilità di base. Poiché il numero dei candidati è molto elevato, questa è la procedura di selezione più equa e trasparente.

I nostri concorsi sono pubblicati sulla pagina Opportunità di lavoro e annunciati mediante un apposito bando di concorso, che descrive in dettaglio il profilo ricercato, i requisiti di ammissione e la procedura di selezione. Il formato dei concorsi varia a seconda del profilo ricercato. Per maggiori dettagli sulla procedura di candidatura consultare come presentare la propria candidatura.

L’iscrizione ai concorsi è ciclica, ovvero inizia ogni anno negli stessi periodi: in primavera per i laureati e in estate per i traduttori. Di anno in anno i profili dei laureati (ad esempio quelli giuridici o nel settore dell’audit) possono variare, così come le lingue per i traduttori. Le altre procedure di selezione, come quelle per personale specializzato o assistenti, sono lanciate tra un ciclo e l’altro.

La procedura di selezione si concentra sulle capacità professionali dei candidati e sulle seguenti competenze generali:

  • analisi e risoluzione dei problemi
  • comunicazione
  • capacità di produrre risultati di qualità
  • apprendimento e sviluppo
  • individuazione delle priorità e spirito organizzativo
  • resilienza
  • capacità di lavorare con gli altri
  • direzione.